Nei giorni scorsi abbiamo consegnato ai responsabili dell’associazione “Verba Volant, Scripta Manent” un migliaio di segnalibri Avis da distribuire ai lettori che si recheranno nella nuova biblioteca di Colà.
I primi a riceverli sono stati gli scolari delle scuole elementari di Colà che in occasione della consegna hanno fatto vistia alla nuova struttura situata in piazza Don Vantini, sopra il circolo Acli.
La loro presenza ha permesso di trasformare la semplice consegna in un momento in cui parlare ancora una volta di donazione del sangue e di impegno nel mondo del volontariato.

I segnalibri, riportano da un lato un invito alla donazione e dall’altro i loghi ed i recapiti dell’Avis e dell’Aido di Lazise che ne hanno sponsorizzatola realizzazione e gli orari e giornate in cul la sala di lettura è a disposzione di quanti vogliano prendere un libro in prestito.

Nella galleria fotografica potete vedere tutte le foto della consegna dei segnalibri.

Concorso grafico alle scuole medie

Nel secondo incontro alle scuole medie di Lazise, svoltosi il 27/04/02, è stato bandito un concorso grafico per i ragazzi che dovevano concretizzare, su carta, la loro idea di “Donare è salvare vite umane“, “Donare è gioia“.

Nella giornata del donatore, svoltasi il primo giugno 2002, c’è stata l’esposizione dei lavori ed una festa con gli alunni ed i loro genitori, gli insegnanti e vari amici dell’ Avis.

Dagli elaborati è emersa l’attenzione prestata dagli alunni agli incontri svoltisi a scuola con l’ Avis e la fantasiosa e ricca realizzazione dei valori proposti, inseriti in disegni curati e recanti messaggi sul “donare”.

La fatica e l’impegno dei ragazzi, sono stati premiati con la consegna di materiale didattico alle singole classi partecipanti, senza dimenticare la festa con risottata che l’ Avis ha organizzato per tutti i presenti all’esposizione dei disegni.

Propaganda alle scuole medie

Nell’anno scolastico 2001/2002 sono stati organizzati due incontri con i ragazzi delle scuole medie: nel primo, avvenuto il 02/02/02 c’è stato un continuo colloquio tra i ragazzi ed il nostro presidente cav. Faccioli Giovanni fra domande e risposte, curiosità ed informazioni.

Ai ragazzi è stata consegnata una grossa busta contenente del materiale informativo e propagandistico: un righello con i simboli ed i numeri di tel. dell’ Avis e della Fidas e lo slogan: “Il dono del sangue?…non si misura mai!…”;

righello

una penna con i simboli ed i numeri di tel. dell’ Avis e della Fidas; un libretto intitolato “verso i tuoi 18 anni” che riassume la videocassetta vista nel secondo incontro e che illustra principalmente la composizione e la funzione del sangue , indica i primi passi da fare per diventare donatore ed una illustrazione che invita a parlare di donazione anche in casa con i genitori; l’elenco dei consiglieri dell’ Avis comunale di Lazise con i relativi numeri di tel.; un volantino pieghevole invitante a diventare donatore di sangue, di organi e di midollo osseo; infine un quadernone avente nelle prime e nelle ultime due pagine delle spiegazioni sul sangue, in simpatico fumetto di “Pepito”, il ragazzino futuro donatore, e vari inviti a diventare donatore di organi e di midollo osseo.

VolantinoPepito

Tutto questo materiale è stato offerto dall’assessorato al bilancio e finanze e servizi sociali della provincia di Verona, dall’ Avis provinciale di Verona e dalla Fidas provinciale di Verona.

Il nostro presidente era accompagnato da prof. Rodolfo Callegaro, rappresentante del locale gruppo Aido.

Il secondo incontro, il 27/04/02, si è svolto principalmente con la proiezione della videocassetta informativa sul sangue, sulla sua vitale importanza e sul fondamentale principio di donarlo, il tutto spiegato con un cartone animato molto coinvolgente ed allo stesso tempo divertente. Dopo la proiezione c’è stato spazio per varie domande da parte dei ragazzi risultati molto interessati.

Questa volta il nostro presidente era accompagnato dal consigliere Andrea Giuliari e dalla amica dell’Avis Maria Fiorella Azzali, nonché presidente della locale associazione “San Martino in Calle” (www.sanmartinoincalle.it), che si occupa nel territorio comunale di mettere a disposizione stampelle, treppiedi e carrozzelle a persone temporaneamente in difficoltà per problemi ortopedici.

Il contatto tra la nostra comunale e le scuole medie è continuo perché riteniamo essenziale far capire ai ragazzi l’importanza del volontariato e del dono del sangue. Con il loro aiuto poi, speriamo che il messaggio Avis arrivi ai loro familiari; genitori, zii, nonni, tutti potenziali donatori.

Dono di un p.c. alle scuole medie

Il progetto “Minerva” è un’iniziativa atta a creare un’aula d’informatica alle scuole medie di Lazise.
Visto l’elevato costo del progetto, la scuola ha chiesto un aiuto al comune, ad aziende e ditte, a privati, ai genitori degli alunni, agli albergatori, alle banche ed alle varie associazioni di volontariato e non.

Considerando il nostro continuo impegno sociale, come AVIS non potevamo non rispondere a questo appello, tenendo presente che gli alunni che useranno quest’aula, sono tutti potenziali futuri donatori di sangue.

Come AVIS abbiamo acquistato uno dei sedici computer sul quale verrà apposta una targhetta con scritto:
Dono dell’AVIS comunale di Lazise“.