Punture d’insetti

Essere punti da un insetto non è generalmente un evento grave. Se però compaiono sintomi quali pallore, nausea, vomito, difficoltà respiratorie, è necessario chiamare subito un medico. Api, vespe, calabroni (ma soprattutto le api) possono lasciare il pungiglione conficcato nella pelle:

In questo caso togliere il pungiglione con una pinzetta, o grattando con un’unghia verso l’esterno.

Punture d'insetti

Applicare una pasta di bicarbonato di sodio diluito con acqua e ammoniaca se l’insetto è un’ape, aceto se è una vespa. Successivamente applicare una borsa di ghiaccio che dà immediatamente sollievo o acqua fresca.

Punture d'insetti

Se si è aggrediti da molti insetti che causano parecchie punture, in attesa del medico, ci si immerga in una vasca d’acqua, meglio se tiepida, poi stendere sulla zona una pomata al cortisone che, oltre ad alleviare il dolore, limita il gonfiore delle punture.

Punture d'insetti

Articolo informativo dal giornalino “Donare Avis” n. 2 di luglio 2002